Economia

Bando Resto al sud. Un’occasione per aprire una nuova attività nel proprio territorio.

Lo Studio Ferrara Consulting, spiega in sintesi le modifiche ad oggi apportate.

 

Ne abbiamo parlato con il Dott. Davide Ferrara, titolare dello Studio Ferrara Consulting, che da anni si occupa di presentare progetti d’impresa al fine di ottenere i finanziamenti previsti dal Bando RESTO AL SUD, promosso da Invitalia.

Questa intervista darà ai nostri lettori uno spunto per l’apertura della propria attività d’impresa sfruttando le opportunità offerte da Invitalia.

Dott. Ferrara, sappiamo che la misura denominata RESTO AL SUD è nata sul finire del 2017 e resa operativa nel 2018, cosa è cambiato da allora?
“Dal 2018 ad oggi la normativa relativa alla misura RESTO al SUD è cambiata notevolmente, infatti sono state apportate diverse modifiche al fine di permettere a più soggetti di partecipare al Bando.

Ci fornisce per i nostri lettori una sintesi delle modifiche ad oggi apportate?
“Le modifiche ad oggi apportate e che meritano senza dubbio di essere sottolineate sono legate:
– All’età dei soggetti proponenti. Il soggetto che vuole presentare una domanda di partecipazione al bando può in sintesi avere un’età compresa tra i 18 anni e i 45 anni compiuti.
– Alla tipologia di attività: ad esclusione delle attività di tipo commerciali e al settore primario (agricoltura e attività connesse) oggi sono finanziati dal bando tutti i settori presenti nel mercato (ad accezione di poche attività non agevolabili), comprese anche le attività dei liberi professionisti;
– All’entità degli aiuti concessi: oggi il contributo a FONDO PERDUTO è passato al 50% del progetto finanziato, e questo rende molto meno rischioso e più agevole l’apertura di un’attività. Nel frattempo, è diminuita la quota di finanziamento agevolato (che va restituito) relativo al progetto, che passa al 50% e non più al 65% come previsto prima delle ultime modifiche. Ogni futuro imprenditore può richiedere ad oggi 60.000,00 euro e non più 50.000 come nella prima versione del bando. Inoltre, e questa è sicuramente la novità più importante, il Decreto Rilancio del 2020 ha disposto un ulteriore contributo a FONDO PERDUTO per i progetti completati. In altre parole, oltre all’erogazione del 50% a FONDO PERDUTO, l’imprenditore (individuale o società) riceverà altri 15.000,00 euro in caso di impresa individuale e 10.000,00 euro ad ogni socio in caso di società. Un ulteriore aiuto, questo, che rende l’apertura di una nuova attività assolutamente conveniente e con rischi minimi. “

Ha un suggerimento da dare a tutti i nostri lettori che hanno in mente di aprire una nuova attività?
“Senza dubbio i nuovi imprenditori dovranno avere una idea d’impresa che risponda alle esigenze del mercato. L’innovazione oggi non soltanto tecnologica ha permesso a molti settori di innovare il modo di produrre i beni e di erogare i servizi. Un altro suggerimento è legato alla ricerca dell’originalità dell’idea d’impresa, intesa come quell’insieme di tradizione e innovazione che deve contraddistinguere il progetto. L’originalità del progetto, per la mia esperienza, avendo presentato ad oggi diverse domande, viene valutata molto positivamente e permette di avere maggiori possibilità che il progetto venga finanziato da INVITALIA”

Qual’è stato l’ultimo progetto al quale ha lavorato e che è ha ottenuto l’esito positivo da parte di INVITALIA?
Si tratta di un progetto al quale ho lavorato durante il lockdown, di tre giovani neo – imprenditori di Licata che dopo anni di esperienza nel loro settore hanno deciso di licenziarsi e di creare la loro società. I tre imprenditori otterranno quasi 150.000,00 per portare a termine il progetto di spesa e finanziare la loro nuova attività.

Come fare per contattarla?
Potete contattare lo Studio attraverso il sito internet www.ferrara-consulting.it o direttamente sulla pagina facebook “Ferrara Consulting – Studio di Consulenza Aziendale”.

Tags
Mostra Altro

Articoli Correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close