Cronaca

10 contro 1 e perde un giovane nero, davanti ad una donna terrorizzata

È accaduto ieri sera in via Cappuccini

Gela – Sabato sera, ore 23.40 circa. Una imprenditrice di Gela, decide di rientrare a casa dopo una serata passata in compagnia di amici, ma incorre in una brutta avventura, sintomo di una città senza controllo, con tanti giovani annoiati che non vanno a scuola, ma fanno assembramento ovunque. Ecco cosa è accaduto:

“Ieri sera intorno alle 23, 40, in zona Cappuccini ho assistito ad un pestaggio di una violenza inaudita con botte e sprangate ai danni di un ragazzo di colore da parte di un branco di giovani bianchi – racconta Patrizia Varchi – Stavo procedendo verso Caposoprano e mi sono trovata di fronte un ragazzo nero in bicicletta. In capo a pochi minuti almeno dieci persone intorno a lui, al centro della carreggiata ed a volte perfino contro la mia auto. Ho bloccato la macchina , ho attivato il blocca portiera, ho suonato il clacson continuamente per attirare l’attenzione di qualcuno, ma non c’era nessuno, ho implorato perché la smettessero , ho fatto quel che ho potuto. Non potevo andare avanti perché tutto si svolgeva proprio di fronte a me. Fortunatamente dopo un tempo che sembrava eterno, sono sopraggiunte altre due auto ed il gruppo sembrava essersi disperso. Questo episodio mi induce a porre un’infinità di domande: che livelli di sicurezza abbiamo in città?  Siamo costretti a subire questi spettacoli indecorosi? Ho visto un pestaggio vero e proprio contro un ragazzo di colore da parte del branco: chi controlla il territorio? Una donna deve temere il peggio se esce di casa? Proprio oggi ho visto gesti simili sui social, in altre realtà, è questa la società che lasciamo alle giovani generazioni? Ho voluto esternare questa disavventura come un monito, affinchè le istituzioni facciano proprio un impegno verso un nuovo concetto di sicurezza “.

 

Tags
Mostra Altro

Articoli Correlati

2 Commenti

  1. Ma il termine “nero” non vi sembra un’po razzista?
    Non contanto il trauma che ha subito da qualche demente senza educazione e senso civico!!
    Ci sono tanti modi per definire un ragazzo di colore.
    Usiamo sempre la strada piu brutta e sregiudicate per demoralizzare le persone che sono disagiate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close