AttualitaPolitica

Tablet per la didattica a distanza

Palermo – Tablet, pc e altri strumenti per favorire la didattica a distanza delle fasce deboli in Sicilia.

Saranno previsti , grazie ad un emendamento a prima firma della deputata M5S all’Ars, Valentina Palmeri,  all’interno del piano straordinario per gli anni  2020-21 e 22 che, con un budget di 20 milioni di euro,  sarà varato dall’Assessore regionale per l’istruzione e la formazione professionale d’intesa con l’Ufficio scolastico regionale per il contrasto alla dispersione scolastica e il recupero dei ritardi formativi,  anche con riferimento alle problematiche connesse all’inclusione dei soggetti svantaggiati e al miglioramento dei servizi a disposizione dell’utenza scolastica.

Un milione di euro per consentire ai Liberi Consorzi di pagare gli affitti degli istituti scolastici per evitare che  alcuni plessi siano costretti a chiudere, costringendo gli studenti che li frequentano a scomodi e difficoltosi spostamenti in altri Comuni.

E’ quanto previsto da un emendamento della deputata M5S Valentina Palmeri, stralciato dalla Presidenza dell’Aula, ma fatto proprio dall’Assessore Lagalla e approvato nel contesto della legge finanziaria in discussione all’Ars.

A rischio trasferimento ci sono alcuni istituti in Sicilia: uno dei casi finiti alla ribalta delle cronache è quello  del liceo Vito Fazio Allmayer di Alcamo, il cui affitto scadrà il prossimo 31 luglio e per il quale è già stato comunicato il recesso dal contratto di locazione.

Tags
Mostra Altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close