Politica

Licata: ” consigliera 5 Stelle, apocalittica”

Gela – 

L’archivio comunale senza personale: storia di un cittadino che chiede il sismabonus

Noi l abbiamo scritto il 18 agosto scorso. Sopra l’articolo. Oggi la risposta dell’assessore Licata.

Leggo le dichiarazioni rilasciate alla stampa dalla consigliera dei 5 Stelle Virginia Farruggia, che, da libero professionista, è consapevole della triste e difficile situazione delle risorse umane del Comune, e tanto più del settore Urbanistica dove, da diversi anni, personale tecnico e amministrativo qualificato è andato in pensione. Non posso certo smentire e dire che va tutto bene, ma, allo stesso modo, non posso fare a meno di dire che è consuetudine della consigliera Farruggia essere ‘apocalittica’. 

Ad ogni modo, per prima cosa quello che mi preme fare è ringraziare il personale oggi in forza all’Urbanistica, che sta facendo sacrifici e straordinari per garantire i servizi alla città. Già da lunedì a loro si unirà una nuova unità operativa che andrà a svolgere proprio le funzioni di archivista, mentre per quanto riguarda il protocollo telematico è un problema che riguarda tutto l’Ente e di cui come amministrazione ci stiamo facendo carico. Nell’ottica della digitalizzazione dei servizi rientra, infatti, anche questo aspetto. Per quanto riguarda, invece, il problema degli uffici chiusi e senza controlli anticovid, vorrei specificare che si è posto solo dal momento in cui è scattata l’emergenza a causa dei vigili urbani trovati positivi al virus Sars-Cov-2. Com’è noto, infatti, nei giorni a seguire tutti i dipendenti comunali si sono dovuti sottoporre al tampone e questo ha comportato disagi e mancanza di controlli, ma tutto ora è tornato alla normalità.

Alla consigliera pentastellata vorrei dire, invece, che le soluzioni ci sono e vanno condivise, tant’è che mi confronto costantemente con gli ordini professionali e non solo. Farruggia, nella sua qualità di architetto, fa finta di non sapere che il sottoscritto da quando è assessore è costantemente impegnato nell’ascolto degli ordini professionali e dei privati cittadini, in cerca di soluzioni per migliorare lo sportello unico dell’edilizia. Cosciente dell’importanza del super ecobonus 110%, mi sono impegnato ad attrezzare un ufficio che si interfacci con privati, imprenditori e tecnici al fine di rendere agile ed efficace tale misura. L’obiettivo dell’amministrazione è quello di perseguire un reale processo di ammodernamento del servizio. Punto ad un settore completamente informatizzato, che ci consenta di snellire al massimo tutta la parte amministrativa, fornendo servizi migliori e veloci soprattutto ai professionisti e, di riflesso, ai cittadini.

Nelle more, ribadisco di essere sempre disponibile ad un nuovo confronto con la consigliera pentastellata e l’intero consiglio comunale. Tutte le proposte e le idee sono ben accette se hanno come fine ultimo la definizione di un percorso atto a risolvere le criticità e a rilanciare un settore strategicamente importante quale l’UrbanistiLa ca.

Leggo le dichiarazioni rilasciate alla stampa dalla consigliera dei 5 Stelle Virginia Farruggia, che, da libero professionista, è consapevole della triste e difficile situazione delle risorse umane del Comune, e tanto più del settore Urbanistica dove, da diversi anni, personale tecnico e amministrativo qualificato è andato in pensione. Non posso certo smentire e dire che va tutto bene, ma, allo stesso modo, non posso fare a meno di dire che è consuetudine della consigliera Farruggia essere ‘apocalittica’. 

Ad ogni modo, per prima cosa quello che mi preme fare è ringraziare il personale oggi in forza all’Urbanistica, che sta facendo sacrifici e straordinari per garantire i servizi alla città. Già da lunedì a loro si unirà una nuova unità operativa che andrà a svolgere proprio le funzioni di archivista, mentre per quanto riguarda il protocollo telematico è un problema che riguarda tutto l’Ente e di cui come amministrazione ci stiamo facendo carico. Nell’ottica della digitalizzazione dei servizi rientra, infatti, anche questo aspetto. Per quanto riguarda, invece, il problema degli uffici chiusi e senza controlli anticovid, vorrei specificare che si è posto solo dal momento in cui è scattata l’emergenza a causa dei vigili urbani trovati positivi al virus Sars-Cov-2. Com’è noto, infatti, nei giorni a seguire tutti i dipendenti comunali si sono dovuti sottoporre al tampone e questo ha comportato disagi e mancanza di controlli, ma tutto ora è tornato alla normalità.

Alla consigliera pentastellata vorrei dire, invece, che le soluzioni ci sono e vanno condivise, tant’è che mi confronto costantemente con gli ordini professionali e non solo. Farruggia, nella sua qualità di architetto, fa finta di non sapere che il sottoscritto da quando è assessore è costantemente impegnato nell’ascolto degli ordini professionali e dei privati cittadini, in cerca di soluzioni per migliorare lo sportello unico dell’edilizia. Cosciente dell’importanza del super ecobonus 110%, mi sono impegnato ad attrezzare un ufficio che si interfacci con privati, imprenditori e tecnici al fine di rendere agile ed efficace tale misura. L’obiettivo dell’amministrazione è quello di perseguire un reale processo di ammodernamento del servizio. Punto ad un settore completamente informatizzato, che ci consenta di snellire al massimo tutta la parte amministrativa, fornendo servizi migliori e veloci soprattutto ai professionisti e, di riflesso, ai cittadini.

Nelle more, ribadisco di essere sempre disponibile ad un nuovo confronto con la consigliera pentastellata e l’intero consiglio comunale. Tutte le proposte e le idee sono ben accette se hanno come fine ultimo la definizione di un percorso atto a risolvere le criticità e a rilanciare un settore strategicamente importante quale l’Urbanistica.

“Invece di fare terrorismo invito a Virginia di seguire le istanze passo per passo – dice Francesco Agati –
come facciamo in tanti, da tecnico del settore posso dichiarare, l’urbanistica pur sotto-organico è celere nell’espetare i progetti, nell’effettuare i conteggi, nel rilasciare le copie conformi e gli attestati di pagamento. Nel rispetto della legge e normativa.
Resto basito nell’affermazione “il comune di Gela non è pronto per l’ecobonus 110% ” e dunque anche al sismabonus, forse invece di fare politica deve iniziare a fare più il tecnico, la corte dei conti ha sospeso il decreto del suo propagandisto partito facendo slittare la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale (avverrà fine ottobre), se il Comune di Gela non è pronto cosa dovremo dire di un decreto che è stato modificato sette volte e sospeso dalla Corte dei Conti qualche giorno fa. Invece di fare terrorismo invito Virginia di studiare il problema e trovare una soluzione.
Per esempio io ho elaborato una proposta per lo Smart Workin semplice, economico e fattibile, è già pubblicizzato”.
Mostra Altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

COMUNICAZIONI DEL COMUNE DI GELA

dalle ore 04.00 e fino alle ore 10.00 del 21/01/2022
DIVIETO DI SOSTA CON RIMOZIONE FORZATA, nelle seguenti strade: Via R.PILO, lato NORD, tratto compreso tra la via VOLTURNO e la via G.GALILEI; Via MORSELLI, lato NORD, tratto compreso tra la via G.GALILEI e la via EUROPA; Via EUROPA, lato EST, tratto compreso tra la via E. ROMAGNOLI e la via CICERONE