Politica

Bennici: “il sindaco giusto…..”

Riceviamo e pubblichiamo una nota a firma del consigliere di Fratelli d’Italia, Sandra Bennici.

“Il Sindaco Giusto …
Giusto nell’essere inadeguato a governare una città difficile come Gela, ma capace, senza rossore in viso, di attribuire agli altri i demeriti della sua gestione.
Gestione indubbiamente fallimentare perchè e’ sufficiente guardarsi attorno.
Il primo anno della sua amministrazione, doveva essere un vero trampolino di rilancio per la città, visto che era un sindaco con una maggioranza schiacciante, con numeri adeguati per governare ed attuare programmi e progetti ambiziosi.
Da subito si è compreso che si trattava di una amministrazione senza contenuti…
Era necessario ad esempio migliorare la pulizia e porre attenzione al decoro urbano per ottenere con poche risorse un grande risultato.
Non c’era la stoffa dell’amministratore, non c’erano i programmi e sono mancati i contenuti.
Questo primo anno si è caratterizzato solo sulla ripartizione dei pani e dei pesci che ovviamente non potevano essere moltiplicati a piacimento e quindi c’era sempre chi rimaneva scontento …
L’attuale crisi di governo e’ il fallimento di un sindaco che non vince l’elezioni per i contenuti del suo programma politico, ma solo per gli impegni presi con i suoi alleati che ha disatteso…con la conseguenza di far pagare alla città un prezzo altissimo di inerzia, stasi e perdita di rilevanti finanziamenti.
Facile attribuire agli altri la causa del proprio fallimento ma i gelesi ormai lo hanno capito benissimo e non attribuiscono piu’ all’attuale sindaco alcuna credibilità…a conferma le Sue stesse dichiarazioni …quasi sempre prive di riscontro.
Assai deplorevole, inoltre, il Suo atteggiamento pieno di livore verso una parte dell’opposizione che ha come unica responsabilità quella di svolgere il mandato che la città ha affidato ,evidenziando criticità e manchevolezze dell’esecutivo, senza indietreggiare mai nonostante gli attacchi personali del primo cittadino.
Un’opposizione attenta ,critica che ha dimostrato senso di responsabilità così come quando e’ stato necessario… vedasi delibera dipendenti ghelas….
A Gela manca la base dell’organizzazione che dovrebbe garantire le condizioni di vita di una città normale, quell’organizzazione che il Sindaco in carica non solo non riesce a garantire, ma che non riesce a sentire nemmeno la mancanza.
Sig. Sindaco, il suo arcobaleno amministrativo è diventato daltonico … non distingue piu’ il rosso ed altri colori…e siamo convinti, pertanto, che è venuto il momento che Ella si dimetta … vada casa … lo faccia almeno per la Sua città… lo faccia per tutti noi, Gela non merita tutto questo.
I ruoli si conquistano sul campo …..ritorni a fare l’avvocato, perchè il Comune di Gela non è l’aula di un Tribunale dove bisognerebbe essere almeno abili per le proprie arringhe …fare il sindaco è tutt’ altra cosa…..”

Tags
Mostra Altro

Articoli Correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close