Cronaca

Abbarbicati nel cornicione del Municipio

Gli ex operai della tekra reclamano il lavoro. Le videointerviste

Gela – È protesta al Palazzo di Città. Diciotto ex operai della Tekra protesta contro l’ azienda che li avrebbe estromesso. Lavorano da anni con l azienda ma adesso il contratto è scaduto e non è stato rinnovato. In Municipio sono accorsi il sindaco e parte della giunta esecutiva per monitorare la situazione. Nella pazza sottostante polizia, vigili urbani e servizio sanitario. I lavoratori, come dice l’assessore, sapevano che il loro contratto era a termine; avevano firmato il contratto e comunque avevano ottenuto rassicurazioni e sostegno da parte del Prefetto e dell’amministrazione ma attendevano comunque un rinnovo che non è mai arrivato. La cosa strana in tutto questo è che, di lunedì come sono penetrati all’interno del Palazzo di città e su questo la dirigenza avvierà un’indagine per capire come sono andate le cose; visto che le finestre adiacenti sono state chiuse dal precedente sindaco Messinese, gli ex lavoratori hanno utilizzato le finestre del bagno per appostarsi sul cornicione. Di fatto ci sono 18 padri di famiglia che invocano il lavoro e che sono convinti di restare sul cornicione fino a quando qualcosa non si muove.

Mostra Altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button