Attualita

Una targa in memoria di Nuccio Firrarello

Gela – Ha avuto luogo il 3 Luglio scorso, presso il Giardino della Casa del Volontariato di via Ossidiana a Gela la cerimonia di inaugurazione di una targa commemorativa in ricordo di Nuccio Firrarello che è venuto a mancare l’11 Gennaio scorso. Nuccio Firrarello che è nato nel 1948 ha dedicato la sua vita ai più poveri. Per  molti anni è stato il presidente dell’Ass. Servirti e  insieme ad altri volontari di Gela ha ideato il concetto di Casa del Volontariato spendendosi  affinché  questa idea diventasse una bella realtà per la  città di Gela  e dei paesi limitrofi . “Il mondo è nelle mani di coloro che hanno il coraggio di sognare”, diceva e lui si è adoperato sempre per soccorrere il prossimo sempre mosso dalle parole del Maestro “Avevo fame e mi avete dato da mangiare, avevo sete e mi avete dato da bere. Chiunque abbia fatto ad uno solo di questi più piccoli, lo avrò fatto a me” (Mt 256, 35-44). All’incontro erano presenti i familiari di Nuccio, i presidenti delle associazioni di volontariato che a Gela sono numerose e don Alessandro Crapanzano, ex parroco di San Giovanni Evangelista di Gela che il giorno dopo ha celebrato una messa in ricordo di Nuccio.

“Oggi è stato un momento importante per il volontariato di Gela perché abbiamo ricordato un pioniere che con la sua tenacia ha dato vita, assieme ad altri, alla Casa del Volontariato” ha detto Eliana Orlando, responsabile provinciale del Cesvop. E Salvatore Buccheri, delegato Cesvop: “Nuccio aveva una volontà di ferro, era sempre impegnato ad aiutare il prossimo”. Era un uomo – ha ricordato Gero Bongiorno – sempre dedito a fare del bene, uomo di grande fede e laborioso che ha dato vita al banco alimentare Servirti, e ancor prima il “Paradiso di Gesù”, in aiuto alle donne in difficoltà!

Tags
Mostra Altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close