Attualita

Manfria. La fruizione delle spiagge ferma al palo

riceviamo e pubblichiamo da Unità Siciliana – API

Premesso che la stagione balneare sta ormai entrando nel pieno ed ogni anno i problemi con i tanti cittadini e turisti che affollano le spiagge del territorio – si presentano sotto diverse sfaccettature; tra i tanti problemi cui devono far fronte i bagnanti si evidenzia una questione inerente una parte minoritaria della popolazione, ma che dovrebbe avere pari dignità se non più; si porta infatti all’attenzione della Amministrazione Comunale il problema della fruibilità degli arenili da parte dei diversamente abili e del vasto universo degli anziani che intendono fruire dei siti maggiormente frequentati;

Rilevato che incombe sulle amministrazioni comunali la competenza di adeguare le zone costiere con idonei strumenti, distinguendosi quindi per la loro sensibilità e su fronti diversi, sia per quanto riguarda gli scivoli in città e sia rispetto alla questione degli accessi al mare, facendo installare passerelle sulle spiagge più affollate; su questo fronte, si registra invece – nella grande maggioranza – la difficoltà a munire i litorali di detti dispositivi per l’accessibilità,; sarebbe comunque opportuno che il Comune provveda a equipaggiare le spiagge di idonei strumenti, così da poter dare la possibilità a tutti di godersi l’estate ed il mare, senza discriminazioni;
Sottolineando che nel 2016 furono installate dal Settore Lavori Pubblici circa una dozzina di pedane per gli accessi in spiaggia dal Lungomare a Manfria e sistemate altri nei vecchi percorsi, oltre alle docce fruibili da tutti,
Ci si chiede, alla luce degli impegni assunti dall’Amministrazione ed in particolare con somme allocate lo scorso Agosto dal settore Lavori Pubblici se si riusciranno ad avere installate le pedane negli accessi a mare in tutto il litorale in particolare nelle vie dei Mirtilli, Via dell’Agave, della Via dei Ribes, Via delle Anemoni e della Via delle Noci, tutte in Contrada Manfria.
Sottolineiamo che la frazione di Manfria e’ abbandonata, le erbacce ed i canneti hanno di fatto dimezzato le carreggiate come si evince da queste foto di Via Delle Noci dove vi si trova anche un vecchio silos per l’acqua che andrebbe ripristinato.

Invitiamo dunque l’Amministrazione, anche alla luce delle delibera di Giunta relativa agli indirizzi programmatici necessari per contribuire alla ripresa economica cittadina, durante la c.d. Fase 2 del Covid- 19. dello scorso 14 Maggio in cui si da indicazione in particolare al Settore Lavori pubblici per Installazione docce dal 1 giugno al 30 settembre 2020; maggiori accessi a mare; Sistemazione accessi a mare compresi accessi per disabili; ed al settore Ambiente per la Pulizia delle spiagge dal 25 maggio al 30 settembre 2020; spazzamento con calendario programinato (1 volta a settimana), disserbo e discerbamento e sanificazione città; Riapertura parchi giochi, installazione nuovi parchi giochi o inclusivi (non escludendo Manfria);
a realizzare quanto proposto perche’ non rimangano soltanto dei meri indirizzi programmatici ma realizzazioni concrete.
Cogliamo con favore che sono iniziati in questi giorni I lavori per la sistemazione della passerella del lungomare completamente immersa nella sabbia e della pedana di accesso in Via dei Mirtilli a Manfria.
Auspichiamo che si continui velocemente ed in maniera costante per il bene di Gela affinche’ I cittadini possano usufuire del nostro litorale senza disservizi

Tags
Mostra Altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close