Attualita

La predica dal pulpito nella Chiesa del Carmine – video

Gela – Il Natale 2019 porta novità nella comunità ecclesiale di Gela. Il parroco della chiesa cinquecentesca dedicata alla Madonna del Carmelo, Francesco Greco, ha ripristinato la tradizione della predica tenuta dal pulpito. In realtà la tradizione del pulpito il parroco Greco l’ha inaugurata sin dal suo insediamento nell’antica chiesa del centro storico, nelle occasioni importanti e il Natale è l’occasione più importante per la lettura solenne del Vangelo proclamata dal pulpito. La veglia natalizia si è svolta, come accade ormai in molte chiese di Gela, alle 18.30 per dare la possibilità ai fedeli di riunirsi intorno al desco familiare, ed è stata l’occasione per i tanti fedeli, di partecipare al rito sacro di fronte al Presepe importante che giganteggia nella chiesa, simbolo della grandezza del Dio fatto uomo.

Nelle chiese cristiane, costruzione più o meno elevata dal suolo, di legno, ferro, o marmo, con parapetto, spesso isolata e sorretta da pilastri o da colonne, su cui sale il sacerdote per fare la predica.

Con l’avvento del cristianesimo e la trasformazione della società, in epoca medievale si identifica il pulpito con il palco da cui parla il predicatore. Successivamente divenne un elemento obbligatorio per le chiese romaniche.  Attualmente tale struttura è raramente utilizzata, anche grazie ai moderni sistemi di amplificazione che consentono al sacerdote di essere udito chiaramente anche dall’altare.

Il pulpito può essere in legno, marmo o anche ferro battuto ed è collocato nella navata centrale della chiesa, normalmente accanto all’altare maggiore. Fra i più antichi vi è quello di Sant’Ambrogio a Milano, risalente all’ XI secolo.

Può essere costituito da una struttura ornamentale poggiata al pavimento, sulla cui sommità si pone il predicatore, o rialzato, addossato a un pilastro o parete della chiesa, con una scala di accesso, una piattaforma circolare o quadra (o poligonale) contornata da un parapetto e destinata ad ospitare il predicatore, una copertura di forma rotonda o quadra, in armonia con quella della piattaforma, che ha la funzione d’impedire la dispersione della voce dell’oratore verso l’alto, riflettendola verso il basso.

Nelle chiese cristiane, il pulpito si differenzia dall’ambone o pergamo: quest’ultimo è esclusivamente dedicato alla proclamazione delle letture bibliche e, di regola, non alla predicazione.

Famosi per il loro corredo di sculture sono: il pulpito del duomo di Modena (facente parte di un pontile-tramezzo); il pulpito di Sant’Andrea a Pistoia; il pulpito del battistero di Pisa; il pulpito del duomo di Pisa; il pulpito del duomo di Siena; il pergamo di Guglielmo nel duomo di Cagliari.

Nel corso della Veglia di ieri è stato deposto il Bambinello Gesù nell’originale presepe ( nelle foto sottostanti) da molti ammirato per la sua magnificenza ed originalità e discusso da qualcuno.

 

Mostra Altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button