Attualita

La Ipab Aldisio tornerà alla gestione pubblica

Oggi incontro indetto dal Prefetto di Caltanissetta su richiesta della CGIL in merito alla vertenza IPAB

La videoconferenza si è appena conclusa, alla stessa hanno partecipato il Sindaco di Gela e il Commissario della IPAB nominato dalla Regione. La CGIL ha rivendicato il diritto leso a danno dei 7 lavoratori IPAB che non hanno ricevuto le retribuzioni di Marzo e Aprile che dovevano ricevere dalla società La Fenice che ad oggi non ha ancora risposto al sindacato in merito all’incontro e da qui la richiesta della CGIL al Prefetto. La IPAB tornerà ad una gestione pubblica,  i lavoratori storici resteranno nello svolgimento delle loro funzioni, il Commissario ha già attivato l’interlocuzione con la Regione e lo stesso Comune di Gela rivendicando la monetizzazione delle convenzioni e compartecipazioni. La CGIL ha chiesto al Prefetto una riunione con la società La Fenice per capire cosa intende fare con le retribuzioni di marzo e aprile e ovviamente Maggio dato che il mese è in corso, la CGIL intende rammentare che nel mondo del lavoro pagare le retribuzioni è un obbligo derivante dal contratto collettivo nazionale di lavoro, chi non lo assolve evade un obbligo e quindi si macchia di una imbarazzante e inopportuna scelta, noi confidiamo nel buon senso e quindi nell’immediata erogazione delle retribuzioni maturare dai 7 lavoratori. “Abbiamo anche affrontato il tema della qualità della vita delle persone anziane – hanno detto il Segretario Gen. CGIL Ignazio Giudice ed il  Segretario Gen. FP CGIL Rosanna Moncada.

Restano ‘congelati’ i licenziamenti dei lavoratori della società La Fenice che prestavano servizio alla struttura dell’Ipab e che ora, dopo la smobilitazione, temono per la posizione lavorativa. Il presidente Mauro ha risposta ad una nota della Ugl assicurando che ogni decisione verrà presa dopo l’incontro sindacale alla presenza del Prefetto.

Tags
Mostra Altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close