Attualita

In carcere arriva il reliquiario della Madonna delle Lacrime

Gela – E’ arrivato oggi presso il carcere di contrada Balate di Gela, proveniente da Enna, il reliquiario della Madonna delle Lacrime di Siracusa, grazie all’impegno e all’iniziativa del cappellano del carcere Fra’ Emanuele Artale e grazie alla disponibilità del direttore dott.ssa Cesira Rinaldi e al direttore in missione per quel giorno dott.ssa Giorgia Gruttadauria, i detenuti ed il personale in servizio hanno potuto pregare e contemplare da vicino le lacrime della Madonna. Presenti anche i gruppi di volontariato impegnati all’interno del carcere del gruppo cattolico ‘Rinnovamento nello Spirito’ e la Comunità di Sant’Egidio. Dopo un breve momento di presentazione e di preghiera nella cappella di fronte al personale amministrativo e di Polizia Penitenziaria, il reliquiario è stato trasportato nella sala teatro per una Celebrazione Eucaristica presieduta da Don Raffaele Aprile, vice-rettore della Basilica Santuario di Siracusa e concelebrata dal cappellano e da Don Filippo Celona. I detenuti hanno effettuato il servizio liturgico. L’evento della lacrimazione è avvenuto a Siracusa nel 1953, dal 29 agosto al 1° settembre, da un’effigie mariana in gesso smaltato posta come capezzale nella casa di una povera famiglia aretusea,  scaturirono lacrime, risultate in seguito di tipo umano.

Tags
Mostra Altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close