Attualita

Erasmusdays: le classi del Manzoni si distinguono

Niscemi – In occasione degli “Erasmusdays”  la scuola secondaria di primo grado A. Manzoni  dell’Istituto Comprensivo di Niscemi diretto Licia Concetta Salerno, ha presentato il progetto “ Insieme riduciamo le disuguaglianze, è la nostra priorità!”.

 Il Programma Erasmus+, in generale, si configura come un gemellaggio tra scuole europee che lavorano insieme su uno o più temi di comune interesse nell’ambito della normale attività didattica.

 Si tratta di un progetto di partenariato per scambi scolastici approvato e finanziato dalla Commissione europea nell’ambito del programma Erasmus+ KA229, che riguarda la cooperazione in materia di innovazione  e di scambi di buone pratiche tra scuole europee.*

Il progetto ha partecipato al bando europeo Erasmus+ 2020  ed è stato approvato e finanziato dalla Commissione Europea (il 16,7 % dei progetti è in lista d’attesa e il 3,5% dei progetti  non è stato approvato). 

“Il nostro progetto Erasmus+ arricchisce l’offerta formativa della scuola ed avrà una durata biennale 2020/2021 e  2021/2022 – spiega la coordinatrice del progetto, prof.ssa Loredana Incarbone –

nel primo anno scolastico si svilupperà  il tema della riduzione delle disuguaglianze e della povertà, nel secondo anno si affronterà la tematica della lotta alle disuguaglianze di genere. 

Le altre scuole che partecipano al progetto sono: il “Collège Bellevue” di Albi (Francia), l’ “Agrupamento de Escolas de Nisa” (Portogallo) e l’I.S. “L. Barone” di Vèrres(Valle d’Aosta).

Il progetto prevede scambi tra alunni e attività con le associazioni di volontariato. 

Per quanto riguarda la mobilità sono stati previsti 4 incontri/gemellaggi (se lo permette la situazione epidemiologica…)

Alla mobilità potranno partecipare 6 alunni e 3 accompagnatori, per la durata di 7 giorni. 

L’ obiettivo principale è insegnare agli alunni a diventare cittadini europei attivi ed  impegnati, per tale scopo gli alunni dovranno impegnarsi a partecipare alle attività  di volontariato delle associazioni caritative, sviluppando lo spirito di fratellanza e di solidarietà “.

Obiettivi del progetto: 

  • Favorire il dialogo interculturale tra i diversi paesi  
  • Promuovere la tolleranza e l’accettazione dell’alterità  
  • Contrastare le disuguaglianze e la discriminazione nelle scuole  
  • Scoraggiare la tendenza a stereotipi e pregiudizi  
  • Prevenire l’abbandono scolastico  
  • Sviluppare le capacità comunicative tra team multiculturali 
  • Migliorare le competenze informatiche  
  • Incoraggiare lo studio di lingue e culture straniere in una dimensione europea 

Tutte le attività mirano 

  • a promuovere la tolleranza nel rispetto delle differenze culturali 
  • all’apertura culturale degli alunni 
  • ad una migliore conoscenza dell’Europa 
  • ad un apprendimento informale delle lingue straniere 

 

L’ istituto intende favorire il successo scolastico di tutti gli alunni adottando pratiche inclusive, innovative e attive. Inoltre vuole promuovere la dimensione europea della formazione attraverso una progettualità che conduca gli alunni ad acquisire competenze linguistiche, informatiche e comunicative sempre più ampie e che permetta loro di sperimentare esperienze culturali in un’ottica di inclusione e dialogo interculturale. 

 

La presentazione del progetto si è svolta in data 16/10/2020 presso l’aula magna della scuola secondaria di primo grado A. Manzoni, con la presenza del sindaco e della dirigente scolastica, nel rigoroso rispetto delle misure anti covid.

Gli alunni hanno partecipato con grande entusiasmo ed interesse, dimostrando curiosità per questo progetto, che rappresenta una novità assoluta, infatti per la prima volta a Niscemi una scuola media partecipa al programma Erasmus+.  Una rappresentanza di alunni delle classi seconde ha esposto il lavoro e le attività svolte in classe sul tema della solidarietà e della cittadinanza europea.

 

“Nonostante la difficile situazione che stiamo vivendo-continua la Incarbone – ho voluto portare avanti il progetto, nella speranza che questa iniziativa possa contribuire a dare un messaggio di ottimismo e di positività ai nostri ragazzi, nei loro occhi si legge il desiderio di ritornare alla “normalità” !!!

La fase di progettazione è stata molto proficua e stimolante, poter collaborare e confrontarmi con i colleghi europei mi ha arricchito professionalmente… poter condividere idee su una tematica che mi sta molto a cuore “La lotta alle disuguaglianze”  è stata una grande occasione di crescita umana oltre che professionale”.

Tags
Mostra Altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close