Attualita

Caltaqua: si deve pagare. In un’unica soluzione o a rate

Caltanissetta – Il comitato spontaneo “fuori Caltaqua”  fa sentire la sua voce; la politica di Niscemi si schiera dalla parte dei cittadini e la direzione di Caltaqua batte qualche colpo. E’ un segno che ha capito che il popolo rumoreggia ed è pronto a qualunque azione pur di liberarsi dai soprusi, Caltaqua mostra, a suo parere, una sorta di apertua al dialogo e comunica di aver deciso di dare la possibilità agli utenti di rateizzare le somme da capogiro conteggiate in bollette in dodici rate in un anno. Quindi per chi ha una bolletta di 6.000 euro, 500 euro al mese. Questa opzione interessa la fattura del terzo trimestre del 2019 che riporta il conguaglio 2018, ovvero l’ultima, quella che ha scatenato le ire della gente. A rate ma si deve pagare perchè la società di gestione reitera la sua posizione: sui conteggi è tutto regolare. L’obiettivo del Comitato non è pagare cifre esose, anche se a rate, ma liberarsi dal contratto ritenuto capestro!  E invece i sindaci hanno presentato una richiesta diversa. L’accordo è stato discusso durante dl’incontro che si di ieri pomeriggio nella sala consiliare del Comune di Caltanissetta, convocato dal Sindaco di Caltanissetta che ha convocato Caltaqua e l’ATO Idrico per un confronto  costruttivo sull’argomento dei costi , alla presenza  dei sindaci del nisseno. Sono stati proprio i sindaci a chiedere la rateizzazione del pagamento dell’ultima bolletta, segnatamente i sindaci di Caltanissetta, Vallelunga, Butera, Resuttano, Milena, Marianopoli, Niscemi, Acquaviva, Montedoro, Villalba, Mazzarino, Mussomeli. Assente l’amministrazione comunale di Gela.

 

Per richiedere la raterizzazione basta inviare  una richiesta in carta libera con copia della fattura e del documento di identità personale valido dell’titolare dell’immobile dove viene erogato il servizio. La richiesta si può inoltrare a Caltaqua sia attraverso la posta elettronica (caltaqua@caltaqua.it) , via fax al numero 0934/584700 o per posta.

Mostra Altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close